Maria Letizia Caldelli

Studio e pubblicazione del Corpus delle iscrizioni di Ostia (Fausto Zevi, Maria Letizia Caldelli)

Ostia è la città dell’impero romano antica che in assoluto, dopo Roma, ha restituito il maggior numero di iscrizioni (circa 6000), di cui meno della metà raccolte nei volumi CIL XIV e supplemento. L’importanza di detto corpus per la storia amministrativa, commerciale e annonaria di Roma e del suo porto non ha bisogno di spiegazioni. Il progetto prevede la revisione di tutto il materiale esistente, il controllo della schedatura cartacea e il suo riversamento informatico, lo studio e la pubblicazione come volumi del CIL e delle imagines relative, nonché l’apprestamento di un testo manualistico di epigrafia ostiense ad uso dell’università francese e italiana (edizione attualmente in corso in lingua francese). La pubblicazione verrà ampliata all’instrumentum domesticum. Creazione di un polo di riferimento internazionale che intorno a questo primario centro per la storia dell’antichità romana, quale è Ostia, coinvolge, oltre agli enti segnalati tra i responsabili, anche istituzioni di ricerca europee, soprattutto per l’instrumentum domesticum (Univeristà di Aix-en-Provence: anfore etc.; Institutum Romanum Finlandiae: bolli laterizi, fistule acquarie etc.), nonché per il quadro archeologico di riferimento (Istituto Archeologico Germanico di Roma, Scuola Francese di Roma).

Manuale di epigrafia nel quadro di un progetto italo - francese

Agonistica in Occidente e letteratura

Materiali epigrafici dall'area di Tor Marancia